Contributo Digitalizzazione Imprese Liguri - 2° edizione

La Regione Liguria mette a disposizione delle imprese un contributo a fondo perduto pari al 60% delle spese sostenute per l’acquisto di hardware, software, siti internet, e-Commerce e consulenze specialistiche in ambito di digitalizzazione/implementazione dei processi necessari per il lavoro a distanza (smart working) effettuate nel periodo dal 23/02/2020 al 31/10/2021.

Il contributo minimo ottenibile è di € 600,00 (60% di una spesa pari ad € 1.000,00).
Il contributo massimo ottenibile è di € 5.000,00 (60% di una spesa pari o superiore ad € 8.333,33).

La predisposizione della domanda deve essere effettuata al più presto (essendo il contributo soggetto ad esaurimento fondi) e comunque non oltre il 18/09/2020. 

Sono ammissibili le seguenti tipologie di spesa:

- acquisto di hardware (computer, stampanti, server, webcam, firewall, modem Wi-Fi, lettori barcode, ecc);

- acquisto di software, licenze, cloud, programmi informatici (piattaforme per videoconferenze, programmi gestionali per attività produttive o di servizi, ecc);

- prestazioni consulenziali e spese per l’introduzione del lavoro a distanza (smart working) o l’implementazione di innovazioni e di sistema distributivo attraverso l’adozione di soluzioni tecnologiche e/o sistemi digitali (ad es: soluzioni digital/web marketing, siti internet, “e-business” e “e-commerce”, punto vendita digitale, ecc).


Sono ammesse all’agevolazione le imprese con codice ATECO appartenente alle sezioni escluse dalla precedente edizione del bando (sezioni ammesse: commercio all’ingrosso e al dettaglio, attività finanziarie e assicurative, attività immobiliari, noleggio, agenzie di viaggio e istruzione). 

Requisiti per ottenere il contributo:

- avere sede legale o unità locale attiva nel territorio della regione Liguria;

- relativamente alle dimensioni aziendali, l’impresa richiedente deve essere classificabile come “micro, piccola o media impresa” e di conseguenza rispettare i seguenti requisiti:

numero dipendenti inferiore a 250 lavoratori;

fatturato uguale o inferiore 50 milioni di euro;

attivo di bilancio uguale o inferiore a 43 milioni di euro;

- presentare preventivi di valore totale pari o superiore ad € 1.000,00 + IVA;

- i beni acquistati devono essere nuovi di fabbrica (non sono ammessi beni usati o rigenerati) e devono essere mantenuti all’interno dell’azienda per almeno 3 anni dalla data di erogazione del contributo;

- essere in possesso di DURC regolare ed aver pagato il diritto annuale camerale.

    
MVitalia rimane a disposizione per una valutazione gratuita del progetto e per l’eventuale istruttoria della domanda di contributo.

Allegato

Scarica l'allegato.

Link

Link esterno